Cosentino torna in libertà. Era ai domiciliari in una villa extra lusso

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ora l’ex sottosegretario del governo Berlusconi Nicola Cosentino può anche uscire dalla villa con piscina extra lusso che aveva affittato per scontare i domiciliari. Da oggi è libero: è stato scarcerato. Era ai domiciliari dal 26 luglio scorso. L’ordinanza revocata riguarda il processo «Il Principe e la Scheda Ballerina» in cui Cosentino è imputato per reimpiego di capitali illeciti aggravati dall’aver agevolato il clan dei Casalesi in relazione alla costruzione, mai avvenuta, di un centro commerciale a Casal di Principe (Caserta). Cosentino è stato in carcere a Secondigliano (Napoli) dal 15 marzo al 26 luglio scorso per poi trasferirsi a Sesto Campano (Isernia) per scontare i domiciliari. Ora da libero cittadino l’ex coordinatore del Pdl campano affronterà il processo che lo vede imputato con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I 5S al bivio della loro storia

Come i capponi di Renzo, che se le davano di santa ragione mentre era già pronta la loro pentola, nei Cinque Stelle si menano come fabbri incuranti del barbecue che li attende, gentilmente offerto dalle élites finanziarie del Paese con i loro camerieri di destra

Continua »
TV E MEDIA