Covid, nuove regole per la quarantena nella circolare del Ministero della Salute: l’obbligo di isolamento cala da 7 a 5 giorni

Il Ministero della Salute ha diffuso una circolare che contiene le nuove regole per la quarantena Covid che gli italiani dovranno seguire.

Covid, varate nuove regole per la quarantena. Nella circolare diffusa dal Ministero della Salute prevedere la riduzione dell’obbligo di isolamento da 7 a 5 giorni.

Covid, nuove regole per la quarantena nella circolare del Ministero della Salute: l’obbligo di isolamento cala da 7 a 5 giorni

Covid, nuove regole per la quarantena nella circolare del Ministero della Salute

Nella giornata di giovedì 1° settembre, il ministro della Salute Roberto Speranza ha aggiornato la circolare sulle norme relative al Covid. Il documento è stato firmato dal direttore generale del ministero della Salute, Giovanni Rezza. Le principali novità riguardano la quarantena per i cittadini che risultano essere positivi al coronavirus.

Nella circolare diffusa dal Ministero della Salute, si legge quanto segue: “Le persone risultate positive ad un test diagnostico molecolare o antigenico per SARS-CoV-2 sono sottoposte alla misura dell’isolamento, con le modalità di seguito riportate. Per i casi che sono sempre stati asintomatici oppure sono stati dapprima sintomatici ma risultano asintomatici da almeno 2 giorni, l’isolamento potrà terminare dopo 5 giorni, purché venga effettuato un test, antigenico o molecolare, che risulti negativo, al termine del periodo d’isolamento.  In caso di positività persistente, si potrà interrompere l’isolamento al termine del 14° giorno dal primo tampone positivo, a prescindere dall’effettuazione del test”.

Per quanto riguarda i contatti stretti dei soggetti positivi al Covid, restano in vigore le indicazioni riportate nella Circolare n. 19680 del 30/03/2022 “Nuove modalità di gestione dei casi e dei contatti stretti di caso COVID-19”.

L’obbligo di isolamento passa da 7 a 5 giorni

Le nuove regole per la quarantena Covid relative alla quarantena sono state commentate all’AdnKronos dal virologo Fabrizio Pregliasco che ha dichiarato: “In questa fase, in cui si va verso una convivenza con Covid e una normalizzazione, proprio per mantenere anche l’accettabilità di una prassi che è ancora utile, si possono allargare le maglie e rischiare un po’ di più, perché è vero che la massima contagiosità c’è nei primi giorni. Quindi condivido questo approccio che prevedrebbe 5 giorni con test negativo per uscire e 15 come uscita definitiva per i positivi a lungo termine”.

LEGGI ANCHE: L’Oms lancia l’allarme sulla poliomielite dall’Europa agli Stati Uniti. E invita tutti a farsi vaccinare

Pubblicato il - Aggiornato il alle 15:09
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram