Crocetta senza simbolo. Il Pd toglie il sostegno al governatore e ritira i suoi quattro assessori. Alta tensione in Sicilia, pesa il no a un rimpasto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Partito democratico ritira il suo sostegno al governatore della regione Siciliana Rosario Crocetta. La direzione regionale del Pd ha approvato la relazione del segretario regionale approvandola con 56 voti a favore e sette contrari. Nella relazione c’era scritto “Il presidente Crocetta non ci considera più suoi alleati, non ci riconosciamo più nel progetto del governo che non ci sentiamo più vincolati a sostenere”.

Quindi il Pd esce dalla maggioranza che sostiene la giunta Crocetta, annunciando che non parteciperà al vertice di maggioranza, previsto per dopodomani. Il Pd con molte probabilità non dovrebbe andare all’opposizione ma valuterebbe le azioni del governo decidendo di volta in volta se appoggiarlo. Con il voto odierno, inoltre, il partito chiede ai quattro assessori presenti in Giunta di dimettersi. Il governatore intanto tira dritto: “Io non mi fermo”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA