Crollo al Globe Theatre di Roma, scatta il nuovo sopralluogo dei pm. Nel mirino della Procura ci sono i servizi di manutenzione

Crollo al Globe Theatre di Roma, scatta il nuovo sopralluogo dei pm. Nel mirino della Procura ci sono i servizi di manutenzione

Che cosa ha causato il crollo di una scalinata al Globe Theatre? È questa la domanda che ronza nella testa dei magistrati di piazzale Clodio che hanno effettuato un sopralluogo nella struttura, inserita all’interno di Villa Borghese, in cui lo scorso 22 settembre è crollata una scalinata in legno provocando il ferimento di 11 ragazzi al termine di uno spettacolo.

CONVEGNO SULLA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI

Agli accertamenti, oltre ai pubblici ministeri Gianfederica Dito ed Eugenio Albamonte, hanno preso parte anche i vigili del fuoco e gli ispettori della Asl. Proprio i tecnici dovranno consegnare una relazione che dovrà cercare di rispondere alle tante domande rimaste ancora senza risposta e dalle quali dipenderanno le sorti dell’intera indagine.

Come noto nel fascicolo aperto a piazzale Clodio e coordinato dal procuratore aggiunto Giovanni Conzo, si procede per crollo colposo e lesioni anche se, come fanno sapere fonti ben informate, per il momento non risultano persone iscritte al registro degli indagati.

L’indagine sul crollo al Globe Theatre

Difficile presagire quale piega prenderà questa storia. Al momento l’unica certezza è che a finire sotto la lente degli investigatori sono stati i contratti per la gestione e per la vigilanza della struttura. Si tratti di acquisizioni documentali che, stando a quanto si apprende, mirano a capire a chi è stata affidata la manutenzione dell’impianto e, in caso, accertare se tutto è stato fatto a norma di legge o meno.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram