Cybercrime, arrestato un hacker a Sanremo. Trafugava dati sensibili e informazioni riservate dai server della pubblica amministrazione. Coinvolti anche diversi investigatori privati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Polizia di Stato, sotto la direzione della Procura di Roma, ha portato a termine una delle più articolate indagini nel settore del cybercrime, con l’Operazione “People 1”. Centinaia di credenziali di accesso a dati sensibili, migliaia di informazioni private contenute in archivi informatici della pubblica amministrazione, relativi a posizioni anagrafiche, contributive, di previdenza sociale e dati amministrativi appartenenti a centinaia di cittadini e imprese del nostro Paese: è quanto è stato scoperto dagli investigatori specializzati del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, che hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e proceduto ad eseguire 6 decreti di perquisizione sul territorio nazionale; destinatarie anche diverse agenzie investigative. Il principale sospettato, è un cittadino italiano di 66 anni, originario della provincia di Torino, residente a Sanremo, con un know how informatico di altissimo livello. L’uomo è stato arrestato su ordine del gip del Tribunale di Roma.