Da Carlo Verdone a Barbara D’Urso, ecco alcuni dei 100 italiani presenti nei Panama Papers

di Alessia Vincenti
Cronaca

Non solo Luca Cordero di Montezemolo e l’ex pilota di Formula 1, Jarno Trulli. Ma anche l’attore e regista Carlo Verdone, la presentatrice Barbara D’Urso e lo stilista Valentino. L’inchiesta dei Panama Papers, insomma, continua a interessare altri nomi di spicco tra i vip italiani. La lista, che è nelle mani del settimanale l’Espresso, è composta da almeno cento persone. E quindi sono prevedibili altre sorprese alla pubblicazione integrale. Ma già nelle anticipazioni, fornite dal giornale, ci sono elementi di grande interesse.

I nomi eccellenti dei Panama Papers
Secondo quanto racconta l’Espresso, Verdone sarebbe stato il titolare della società Athilith Real Estate, con sede a Panama, aperta nel 2009 e chiusa cinque anni dopo. L’attore, attraverso i suoi legali, si è detto “sorpreso di essere accostato a una società con sede a Panama” e di non avere “idea dei motivi per cui sia stata costituita”. La società Melrose amministrata da Barbara D’Urso “è stata aperta ai fini di un’operazione immobiliare che la signora D’Urso intendeva compiere in Costa Azzurra”, hanno spiegato gli avvocati della nota. Visto che l’operazione non è arrivata al termine, la società è stata chiusa nel 2014. Lo stilista Valentino, invece, ha fatto sapere tramite i legali di essere residente a Londra da 10 anni, senza aggiungere ulteriori elementi.