Da domani l’Italia torna a colori. Cinque le regioni in zona arancione, le altre in area gialla. Gli spostamenti tra regioni restano vietati fino al 15 gennaio

ROBERTO SPERANZA
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Cinque regioni in zona arancione, le altre in area gialla. Dopo le festività natalizie, da domani torna la divisione delle regioni in fasce. Secondo la nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, cinque regioni saranno in zona arancione. Si tratta di Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto. Vanno in area gialla, invece Abruzzo, Campania, Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria e Valle d’Aosta. Al momento nessuna regione è stata collocata in zona rossa. Restano comunque in vigore le restrizioni del decreto legge del 5 gennaio che prevedeva, tra l’altro, la zona arancione su tutto il territorio nazionale per questo weekend (9-10 gennaio) e il divieto, fino al 15 gennaio, di spostarsi tra Regioni o Province autonome diverse, tranne che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA