De Luca bombarda Speranza e Figliuolo. “Comunicazione nazionale demenziale. Il generale con il medagliere sembra un turista svedese”

VINCENZO DE LUCA
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Quello che non ha funzionato è soprattutto una comunicazione nazionale demenziale. Mi è capitato di ascoltare il generale con il medagliere che ha parlato ieri, il quale ci ha raccontato tranquillamente che su AstraZeneca hanno dato dieci comunicazioni diverse. Come se lui fosse un turista svedese, qualcuno gli dovrebbe ricordare che il commissario al Covid è lui”. Nuovo attacco per il Commissario all’emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, da parte del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, intervenuto stamattina a margine dell’inaugurazione della nuova Terapia intensiva all’Azienda Ospedaliera Universitaria “Luigi Vanvitelli” (qui il video).

Il governatore attacca nuovamente la gestione del Governo e stavolta non risparmia nemmeno il ministro della Salute Roberto Speranza. “La comunicazione demenziale – ha aggiunto De Luca – ha provocato un rallentamento drammatico e una crisi di fiducia in milioni di cittadini. Poi, per l’amor di Dio, ci sarà una componente di scarso spirito civico, qualche componente di furbizia, ma il punto di svolta è stato determinato da quella comunicazione. E quindi, in questi casi, o si dimette il commissario, o si dimette il Ministro della Salute, oppure preferibilmente si dimettono entrambi e se ne vanno a casa. Sarebbe la cosa migliore”.

“Andrebbe commissariato, vede la pagliuzza nell’avversario e non la trave in Campania” ha detto Stefano Caldoro, capo della opposizione di centrodestra in Consiglio regionale della Campania, commentando le parole di De Luca. “E’ arruffapopolo inconcludente – ha aggiunto -, la situazione in Campania è drammatica, con i cittadini costretti a pagare tutte le cure, e lui cerca responsabilità di altri per coprire i suoi disastri”.

“E’ evidente che il Governo – aggiunge ancora Caldoro -, sui vaccini e sulla comunicazione, ha avuto incertezza ma sicuramente è più preoccupante la situazione in Campania. Dimissioni di Speranza? Mi auguro piuttosto che il Ministero e la struttura del Generale vogliano commissariare la Campania per la pessima gestione sanitaria”.