Decreto Taglia Prezzi 2022: il testo completo e tutti i provvedimenti

decreto taglia prezzi 2022
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Decreto Taglia Prezzi 2022: il testo completo e tutti i provvedimenti. Quali sono le misure approvate dal Governo?

Decreto Taglia Prezzi 2022: il testo completo e tutti i provvedimenti

Le commissioni Finanza e Industria di Palazzo Madama hanno recentemente portato a termine l’esame del dl Ucraina bis, maggiormente noto come dl Taglia Prezzi. Il decreto verrà esaminato e votato al Senato nella seconda metà del mese di maggio per poi essere inviato in seconda lettura alla Camera. Il provvedimento dovrà essere convertito in legge entro e non oltre il prossimo 20 maggio.

Rateizzazione delle bollette

Tra le numerose iniziative presenti del decreto Taglia Prezzi 2022 figura la rateizzazione delle bollette di luce e gas per le famiglie italiane che non sono riuscite a saldare le fatture dal 1° gennaio 2022. La rateizzazione si estende dalla fine del mese di aprile alla fine del mese di giugno. Un emendamento del dl, infatti, ha provveduto a prorogare di due mesi la misura già introdotta con l’ultima legge di bilancio.

In questo contesto, come si legge nel testo del provvedimento, i fornitori devono mettere a disposizione dei clienti “un piano di rateizzazione di durata non superiore a 10 mesi, che preveda il pagamento delle singole rate con una periodicità e senza applicazione di interessi a suo carico, secondo le modalità definite dall’Arera”.

Bonus edilizi e certificazione SOA

Il dl Ucraina bis prevede una significativa stretta sui bonus edilizi. A partire dal 1° luglio 2023, per poter utilizzare i bonus edilizi per lavori di valore superiore ai 516 mila euro, sarà necessario rivolgersi a imprese con certificazione SOA. Sinora, la certificazione SOA era richiesta solo alle aziende che volevano partecipare ad appalti pubblici.

Per le aziende, l’obbligo della SOA entrerà in vigore dal prossimo 1° gennaio 2023: entro questa data, infatti, le aziende dovranno almeno dimostrare di aver fatto richiesta agli enti certificatori. A questo proposito, secondo quanto stimato da Confartigianato, l’80% circa delle piccole imprese è sprovvisto della qualifica.

Bar e ristoranti su proroga dehors

Bar e ristoranti riceveranno una proroga fino al 30 settembre che consentirà il mantenimento dei dehors tramite pagamento del suolo pubblico. Non sarà necessario presentare domanda per nuove autorizzazioni.

Con l’emendamento incluso nel decreto Taglia Prezzi 2022, gli esercizi commerciali già ritenuti idonei possono continuare a utilizzare tavoli e sedie all’aperto per l’intera stagione estiva senza dover inoltrare nessuna nuova richiesta, previo pagamento del suolo pubblico.

Golden power nel decreto Taglia Prezzi 2022

Il dl Ucraina bis contiene anche un emendamento presentato dal senatore del Movimento 5 Stelle, Andrea Cioffi. L’emendamento approvato prevede che la golden power venga estesa alle concessioni di “grande derivazione idroelettrica”.

In sostanza, la modifica implica l’estensione dei poteri speciali dello Stato nei settori strategici di energia, comunicazioni e trasporti anche rispetto alle concessioni di competenza regionale.

Biogas e aziende agricole

Nel provvedimento, è stato inserito un emendamento che introduce “misure urgenti per incrementare la produzione di energia elettrica da biogas”. In questo contesto, si prevede che per contribuire all’indipendenza energetica del Paese attraverso fonti di importazione e per favorire la produzione di energia rinnovabile nel settore agricolo venga consentito alle aziende agricole di espandere la loro capacità tecnica istallata per la produzione di energia elettrica da biogas. Una simile produzione deve provenire da impianti già esistenti e in funzione, attraverso una produzione aggiuntiva che vada oltre la potenza nominale dell’impianto.

Quote latte nel decreto Taglia Prezzi 2022

Per i produttori di latte che vogliono fare domanda per ottenere la rateizzazione delle multe per le quote latte, sono stati riaperti i termini per inoltrare la richiesta. I termini, infatti, sono stati prorogati per 60 giorni.

Nello specifico, la misura è rivolta ai “debitori del prelievo destinatari di atti di riscossione coattiva da parte dell’Agenzia delle Entrate”.

La novità prevista dal dl Taglia Prezzi consentirebbe a più di 3.000 aziende di procedere alla rateizzazione di un importo che supera gli 800 milioni di euro, permettendo ai debitori di pagare senza dover essere sottoposti a una procedura di riscossione coattiva.

Taglio delle accise

Insieme ai tanti emendamenti inclusi nel dl Ucraina bis c’è anche quello relativo alla proroga del taglio delle accise sui carburanti. Le accise si carburanti hanno subito un abbattimento del prezzo pari a uno sconto di 30 centesimi che rimarrà in vigore fino al prossimo 8 luglio 2022.

Rimborso Comuni su minori in fuga dall’Ucraina

Infine, un altro emendamento incluso nel decreto Taglia Prezzi 2022 riguarda il rimborso di 100 euro pro-capite quotidiano erogato ai Comuni italiani che stanno accogliendo minori non accompagnati che provengono dall’Ucraina.

In merito alla misura, si è espressa la senatrice della Lega, Simona Pergreffi, che ha spiegato che il provvedimento è incluso nelle misure assistenziali previste dallo stato di emergenza emanato a seguito dello scoppio della guerra in Ucraina e si traduce nello stanziamento totale di circa 58 milioni di euro.