Denaro riciclato e trasferito all’estero attraverso i money transfer. Si parla di più di un miliardo di euro. Diciotto arresti a Roma e in altre città

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Diciotto persone sono finite nel mirino  del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria che sta eseguendo 18 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di persone sospettate di aver riciclato e trasferito all’estero, attraverso il circuito dei money transfer, più di un miliardo di euro, ritenuto provento di svariati reati. Il Money Transfer è quel servizio che consente di inviare o ricevere in qualsiasi location Western Union nel mondo in pochissimi minuti ed è pensato per chi, per ragioni personali o professionali, ha la necessità di spedire o ricevere piccole somme di denaro in modo veloce.

L’INDAGINE
Le misure cautelari sono state disposte dal Gip di Roma Vilma Passamonti e l’operazione è in corso a Roma e in altre città. Alla base ci sarebbe un’organizzazione che avrebbe avuto base una presunta organizzazione internazionale che, attraverso una decina di money transfer romani, avrebbe trasferito illegalmente all’estero ingentissime somme di denaro.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA