Deriva Pd a Napoli. Dopo il flop elettorale, arriva anche l’indagine per voto di scambio. Perquisizioni nei comitati elettorali: indagati due candidati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Non è certo il periodo migliore per il Partito democratico. Per quello campano, a dire il vero, è probabilmente uno dei peggiori. Come se non bastasse il flop alle Comunali di Napoli, con Valeria Valente fuori anche dal ballottaggio, e l’annunciato commissariamento del partito, ora spunta anche un’indagine per voto di scambio. Nella giornata di oggi sono stati perquisiti due comitati elettorali. Gli inquirenti stanno verificando un eventuale voto di scambio relativamente a due candidati: uno al consiglio comunale e un altro in una municipalità. I due candidati avrebbero acquisito voti in cambio della promessa di inserimento nel programma lavorativo Garanzia Giovani, finanziato dalla Regione. A coordinare le indagini il pool del procuratore Alfonso D’Avino, della sezione reati contro la Pubblica amministrazione, e condotta dal pm Francesco Raffaele. Oltre ai comitati elettorali sono state perquisite le abitazioni dei due candidati sospettati.