Di Maio: “L’Italia riparte solo con un progetto chiaro. La crisi rischia di avere pesanti ripercussioni sulla nostra economia”

Luigi Di Maio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Il momento che stiamo attraversando è complicatissimo. La crisi in corso rischia di avere pesanti ripercussioni sulla nostra economia e in queste ore stiamo lavorando intensamente per offrire un’opportunità di coesione intorno a un progetto politico chiaro e trasparente”. E’ quanto ha detto a Il Sole 24 Ore il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

Secondo il ministro degli Esteri “ci attendono ancora mesi assai complessi. La speranza che questi dati oggettivamente ci infondono non deve far abbassare la guardia”. Ecco perché, sottolinea Di Maio, “l’Italia riparte solo con un progetto chiaro, attorno al quale possano convergere tutti i portatori di interesse. Siamo immersi, forse senza esserne pienamente consapevoli, in uno dei più intensi cambi di paradigma della storia”.

Quindi “dobbiamo ricostruire il Paese dalle fondamenta, ancorandolo fortemente alla ripresa di un progetto europeo; valorizzando il suo ruolo nel mondo, in posizione convintamente transatlantica e ribadendo la sua vocazione ad essere alfiere di quella multilateralità che ispirerà tutto il nostro esercizio del G20”. Per Di Maio “servono tempo, agibilità politica, coesione, chiarezza di visione e capacità attuativa: una sfida nella sfida, per l’Italia, che però vogliamo cogliere e che possiamo vincere”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA