Di Maio “Non si minacciano le crisi di governo ogni giorno. E’ il momento di mettere nel prossimo Def aiuti alle famiglie sul modello francese”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Non si minacciano le crisi di governo ogni giorno. Quando restiamo sulle cose concrete si va avanti”. E’ quanto ha detto, questa mattina, il vicepremier Luigi Di Maio nel corso di un’intervista a Rtl 102.5. “Penso che il governo debba andare avanti – ha aggiunto il leader del M5S – e spero che non sia vera questa frase di Matteo Salvini che leggiamo su Repubblica ‘qui comando io’: se fosse vera sarebbe grave”.

“Per me – ha aggiunto Di Maio – c’è poco da discutere e molto da fare. E’ il momento di mettere nel prossimo Def aiuti alle famiglie sul modello francese. 50% di sconto sui pannolini, 50% sulle spese per la baby sitter, un coefficiente familiare che abbassa l’Irpef a seconda di quanti figli hai”. Di Maio dice che “M5S e Lega hanno forti differenze” su questo tema “ma questo lo sapevo già. Il tema non è sui tipi di famiglia ma è che si fanno sempre meno figli in Italia”.

“Il ministro Tria può stare tranquillo. L’unica cosa che penso – ha aggiunto il vicepremier – è che tutti quanti insieme dobbiamo lavorare sulle cose concrete, quindi deve essere firmato il prima possibile il decreto sul rimborso dei risparmiatori truffati: per noi è fondamentale”.

“Tutto quello che si deciderà sulla Tav – ha detto ancora il leader del M5S – nei prossimi mesi dipenderà dall’interlocuzione tra Conte, Juncker e il presidente francese. Governo compra nuove auto blu? Avvierò subito una indagine per verificare se sia vero, il nostro obiettivo è ridurre le auto blu”. Parlando di Alessandro Di Battista dice: “Sta facendo un corso di falegnameria, ha sempre dato una grande mano al M5S, sapevamo già che non si sarebbe candidato alle europee. Lo ringrazierò sempre per la mano che ci dà”.