Disastro ferroviario in Puglia. Galeotta fu la foto con l’avvocato. Ora il pm Simona Merra lascia l’inchiesta

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Svolta nell’inchiesta in Puglia sul disastro ferroviario. A renderlo noto è stato il procuratore di Trani, Francesco Giannella: “Responsabilmente e per desiderio di riportare serenità attorno alla vicenda, la dottoressa Simona Merra, pur ribadendo la propria correttezza nella conduzione delle indagini, ha deciso di astenersi dall’ulteriore trattazione del procedimento”. La decisione dopo le polemiche suscitate dalle foto che ritraggono la pm Serra in atteggiamenti confidenziali con il difensore di una degli indagati del disastro ferroviario in Puglia del luglio scorso.

La foto ritraeva un uomo inginocchiato che simulava di baciare un piede di una donna che sorride compiaciuta. La foto è stata pubblicata ieri da Il Giornale, dove i protagonisti dello scatto sono la magistrata della Procura di Trani Simona Merra, che è nel pool che indaga sul disastro ferroviario avvenuto in Puglia lo scorso luglio, e l’avvocato Leonardo De Cesare, difensore di uno degli indagati, il capostazione di Andria Vito Picarreta.

Peraltro, sulla vicenda era intervenuto anche il vice presidente del Csm, Giovanni Legnini, che aveva disposto la trasmissione alla I Commissione dell’esposto con allegata la foto del pm di Trani.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA