Diventerà reato istigare pratiche che provocano anoressia e bulimia. Stretta anche sul web per fermare la diffusione di notizie false sui disturbi alimentari

Entro gennaio in commissione Sanità del Senato sarà approvato un disegno di legge sui disturbi alimentari

Verso l’intesa M5S-Pd-Forza Italia per approvare, entro gennaio, in commissione Sanità del Senato, il disegno di legge sui disturbi alimentari. Due i ddl in discussione a Palazzo Madama: quello della senatrice azzurra Maria Rizzotti (nella foto), adottato come testo base, e quello della senatrice Caterina Bini del Pd. E’ prevista “l’introduzione del reato di istigazione a pratiche che provocano anoressia e bulimia” per “mettere a tacere blog e siti che fanno propaganda online ai disturbi alimentari”. L’obiettivo è quello di avere medici di base, pediatri e insegnanti qualificati per riconoscere e affrontare il problema. “Provvedimenti, come questo non hanno colore politico”, assicura Pierpaolo Sileri, presidente M5S della Commissione Sanità di Palazzo Madama.

Diventerà reato istigare pratiche che provocano anoressia e bulimia. Stretta anche sul web per fermare la diffusione di notizie false sui disturbi alimentari
Pubblicato il - Aggiornato il alle 17:12
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram