Dj Fabo, non c’è pace per Marco Cappato. I pm di Milano ora chiedono il rinvio a giudizio per aiuto al suicidio

Dj Fabo, non c'è pace per Marco Cappato. I pm di Milano ora chiedono il rinvio a giudizio per aiuto al suicidio

Non c’è pace per Marco Cappato. Ancora tiene banco il risvolto giudiziario della vicenda legata a dj Fabo. I pm di Milano Tiziana Siciliano e Sara Arduini infatti hanno inoltrato all’ufficio gip, come ordinato nei giorni scorsi dal giudice Luigi Gargiulo che ha disposto l’imputazione coatta, la richiesta di rinvio a giudizio per aiuto al suicidio per Marco Cappato, l’esponente dei radicali che lo scorso febbraio accompagnò a morire volontariamente in una clinica vicino a Zurigo Fabiano Antoniani, 40 anni, tetraplegico, noto come Dj Fabo.

Dj Fabo, non c’è pace per Marco Cappato. I pm di Milano ora chiedono il rinvio a giudizio per aiuto al suicidio
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram