Doina Matei bella e spensierata su Facebook. Oggi è in regime di semilibertà. Nel 2007 uccise Vanessa Russo con un colpo di ombrello

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Regime di semilibertà per Doina Matei, la giovane romena che nell’aprile del 2007 uccise con un colpo di ombrello Vanessa Russo al termine di una banale lite. Vanessa, 23 anni, morì dopo quasi un giorno di coma: la punta dell’ombrello della Matei le aveva perforato un’orbita arrivando a determinare la rottura di un’arteria cerebrale. Subito dopo l’accaduto, Doina Matei, che all’epoca aveva 21 anni, aveva tentato di fuggire assieme all’amica Costantina, di 17 ma grazie all’esame delle immagini delle telecamere a circuito chiuso fu identificata e arrestata a Tolentino, nelle Marche.

La Matei fu condannata nel 2008 a 16 anni di carcere per omicidio preterintenzionale aggravato dai futili motivi, condanna poi confermata dalla Cassazione nel 2010.

Oggi a nove anni di distanza dall’omicidio, gode del regime di semilibertà e ha anche aperto un profilo Facebook dove sono postate le immagini di lei sorridente al mare e in vacanza. Un’iniziativa che ha scatenato numerose critiche.