Donald nelle mani di Putin. La Cnn rivela che i russi possono ricattare Trump, ma il prossimo presidente bolla la notizia come una bufala

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Donald Trump è ricattabile dai russi. Perché gli hacker hanno trafugato informazioni sia personali che relative agli affari economici. La notizia è stata diffusa dalla Cnn e mette in discussione l’integrità del prossimo presidente degli Stati Uniti a pochi giorni dal suo insediamento ufficiale alla Casa Bianca. Il tycoon non ha però perso tempo a smentire: su Twitter ha bollato l’indiscrezione come una fake news, una bufala.

L’emittente americana, tuttavia, cita fonti della sicurezza che hanno partecipato alle riunioni più importanti sul caso degli hacker russi. L’allarme, dunque, sarebbe arrivato al capo dell’Fbi James Comey, al numero uno della Cia John Brennan, e all’ammiraglio Mike Rogers attuale guida della Nsa. Secondo le informazioni della stampa a stelle strisce, insomma, gli hacker avrebbero violato gli account del futuro inquilino della Casa Bianca, carpendo informazioni imbarazzanti sulla vita personale, oltre che sul proprio business.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA