Due militanti di Casapound arrestati a Viterbo per violenza sessuale di gruppo nei confronti di una 36enne. Uno di loro è consigliere comunale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Polizia di Stato ha eseguito a Viterbo due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti giovani viterbesi responsabili di violenza sessuale di gruppo nei confronti di un’italiana di 36 anni. La vicenda si sarebbe verificata, come riferisce la Polizia, all’interno di un circolo privato di Viterbo, di cui i due fermati avevano in quel momento l’uso esclusivo.

Uno dei due arrestati, Francesco Chiricozzi, è un consigliere comunale di minoranza eletto con Casapound a Vallerano, sempre nel viterbese, l’altro è un militante dello stesso movimento di estrema destra. La vicenda risale ad una quindicina di giorni fa. Il consigliere di Casapound, assieme al suo complice, poco più giovane di lui, avrebbe abusato della donna dopo averla fatta ubriacare.

“Il consigliere di CasaPound – scrive sul suo profilo Twitter il segretario del movimento Simone Di Stefano – che è stato arrestato con l’accusa di stupro, è stato espulso da CasaPound e si è dimesso da consigliere comunale. Qualora e se risultassero colpevoli, auspico pene durissime come per ogni altro infame stupratore. Castrazione compresa”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA