E dopo i regali di Natale, arriva il riciclaggio: il 27% degli italiani rivende i doni indesiderati. Boom per coloro che si affidano a internet

dalla Redazione
Società

Più di un italiano su quattro (27%) che ha ricevuto regali di Natale ricicla quelli indesiderati. A dirlo, nero su bianco, è un’analisi della Coldiretti stilata insieme a Ixè, che evidenzia l’affermarsi di una nuova tendenza tra gli italiani.

“La grande maggioranza degli italiani che ricicla lo fa a favore di parenti e amici che possono apprezzare l’oggetto ricevuto in dono mentre – sottolinea la Coldiretti- una buona percentuale di pragmatici (22%) li restituisce al negozio cambiandoli o chiedendo un buono, mentre il 21% li rivende su internet”. I prodotti con il minor tasso di “riciclo” sono quelli dell’enogastronomia per i quali – continua la Coldiretti – si trova sempre l’occasione di consumo mentre più a rischio sono i capi di abbigliamento, i prodotti per la casa o quelli tecnologici.

Si tratta di un business rilevante se si considera che le famiglie italiane hanno scartato sotto l’albero regali di Natale per un valore stimabile in oltre 6 miliardi tra grandi e piccini mentre appena il 14% degli italiani non ha ricevuto quest’anno neanche un regalo.

Anche se purtroppo non sempre le scelte hanno incontrato le attese, il 49% degli italiani ha stanziato un budget tra i 10 ed i 100 euro, il 27% tra i 100 ed i 200 euro, il 16% tra i 200 e i mille euro e il resto anche di più.

Tra i regali più gettonati quest’anno – conclude la Coldiretti – libri, tecnologia, abbigliamento, prodotti di bellezza ed enogastronomia.