Ecco come arriva la liquidità. La Bce svela oggi i dettagli. Mercati di nuovo tonici in vista del piano Draghi. Padoan smonta il processo alle Agenzie di rating

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dopo una giornata passata a oscillare sulla parità, gli indici europei ieri hanno chiuso in terreno positivo, ritrovando i rialzi registrati in avvio. In attesa della riunione della Banca centrale europea di oggi in cui saranno svelati i dettagli del piano di quantitative easing le Piazze del Vecchio Continente hanno ripreso slancio e sono tornate a salire, a grazie al nuovo indebolimento dell’euro sul dollaro. A Milano il Ftse Mib ha chiuso in progresso dello 0,65%. Hanno fatto ancora meglio Francoforte (+0,98%) e Parigi (+0,99%), con Londra rimasta più indietro (+0,44%). Intanto si registra una netta presa di posizione su un processo che potrebbe cambiare volto ai mercati: il processo di Trani nei confronti delle grandi agenzie di rating. È molto arduo stimare quale effetto hanno avuto sui titoli di Stato italiani i declassamenti di Standard & Poor’s e Fitch, tra 2011 e 2012, ha detto il ministro del Tesoro, Pier Carlo Padoan, mostrandosi scettico sull’evoluzione dello stesso processo nei confronti dei funzionari delle agenzie di rating. Come dire: sembra quasi che a partire dal Governo facciamo il tifo per chi ci ha fatto pagare interessi stellari. “Gli andamenti di mercato – ha detto Padoan – sono influenzati da molteplici fattori. È molto arduo, se non impossibile, isolare l’effetto indotto dalle sole azioni di rating”.