Ecco Impegno Italia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

“Impegno Italia non è enciplopedia, è la mia proposta per il Paese. Considero questo impegno importante per il metodo, per la concretezza, parliamo di cose possibili. Per la prima volta il nostro Paese ha iniziato l’anno senza la crisi finanziaria. Con le opportunita'”. Cosi’ Enrico Letta presenta ‘Impegno Italia’. “E’ – dice – un buon punto di sintesi”.

CLICCA PER LEGGERE IL TESTO INTEGRALE DEL DOCUMENTO impegno_italia

“Occorre – dice Letta parlando del programma – rafforzare gli asili nido, dare un incentico fiscale all’occupazione femminile e caricare il fondo dei nuovi nati”. Poi il presidente del Consiglio parla di “congedi di paternita’ e maternita’ che dobbiamo rivoluzionare rispetto a quelli di oggi”, di “maggiore credito delle imprese”, di “un pacchetto di interventi contri i patrimoni delle mafie, la criminalita’, con un impegno e la possibilita’ di fare del nostro paese un Paese trasparente”.  Il piano affronta “la questione del patto di stabiliita’ interno, la liberalizzazione dei servizi pubblici locali, la semplificazione del codice del lavoro, l’aiuto alle famiglie numerose, l’attenzione al fenomeno degli esodati”.
Poi – sottolinea Letta – “c’è un grande piano per il Paese perche’ la scuola cominci a 5 anni e finisca a 18, in modo per fare uscire un anno prima i ragazzi dalla scuola e farli entrare un anno prima”, ci saranno “costi significativi” con “scuole cablate e sicure”, c’è “attenzione all’infanzia e all’istruzione”.  “Si tratta di “un piano ambizioso che mette i bambini al centro, il paese scommette cosi’ sul futuro”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA