Ecoreati, nel codice penale i crimini contro l’ambiente. Pene fino a 15 anni di carcere

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Con i Cinque Stelle che hanno rinunciato ai loro emendamenti si è aperta un’autostrada per la legge che introduce nel codice penale i delitti contro l’ambiente. Il via libero definitivo del Senato è arrivato ieri con 170 voti favorevoli, 20 contrari e 21 astenuti. “Mando un abbraccio”, ha scritto su Facebook il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, “a tutte le mamme della Terra dei Fuochi. Ce l’abbiamo fatta. D’ora in poi chi inquina pagherà fino a 20 anni di galera. Sono commosso, grazie”. Per il Pd Ermete Realacci si può parlare di “giornata storica”. Per chiudere subito e scongiurare una nuova lettura alla Camera, l’Aula del Senato ha bocciato tutti gli emendamenti sull’utilizzo dell’airgun che invece verrà affrontato in un altro provvedimento.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra il M5S e il Ponte sullo Stretto

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA