L'Editoriale

Clinton vs Trump. Per gli Usa in vista anni difficili

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Ci siamo: con gli ultimi appelli della Clinton e Trump si chiude una delle più velenose campagne elettorali americane. Non che in passato siano mancati i colpi bassi, ma questa volta siamo arrivati alle accuse esplicite sul coinvolgimento politico dell’Fbi, la potente polizia federale Usa.

Peggio di così può solo succedere che si scopra qualche gigantesco broglio nel conteggio dei voti, magari per mano degli hacker informatici di qualche potenza come Russia e Cina. Chiunque la spunti tra i due candidati alla Casa Bianca, avremo davanti una presidenza difficile.

Sia Hillary che Donald sono due settantenni con forti ostacoli davanti. La Clinton rischia di diventare presidente con un Congresso a maggioranza repubblicana. Un handicap costato caro a Obama. Trump ha invece una personalità divisiva, con posizioni troppo radicali per l’establishment a stelle e strisce, ostile al miliardario americano tanto quello italiano col Berlusconi degli anni d’oro. I due ereditano un Paese uscito dalla crisi, con un’economia florida e un ruolo di sceriffo del mondo molto ridimensionato. Continuare su questa strada non sarà facile né per l’una né per l’altro.

Gli ultimi editoriali

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Gualtieri assente sulla legalità

Se non ci fosse da piangere sarebbe tutta da ridere l’ultima accusa del candidato dem al Comune di Roma, Roberto Gualtieri, contro la Raggi. Secondo l’ex ministro dell’Economia, la sindaca non è riuscita a sfrattare l’associazione di destra CasaPound dallo stabile che occupa abusivamente nel

Continua »
TV E MEDIA