L'Editoriale

Cosa fanno girare i due Mattei

RENZI SALVINI
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Se l’ex assessore Gallera era stanco figuriamoci quanto lo sono gli italiani dei balletti dei due Mattei – Salvini al Pirellone e Renzi a Palazzo Chigi – che in piena pandemia fanno girare le poltrone, oltre a quelle altre cose che in questo momento vi sono sicuramente venute in mente. Commissariato per manifesta inefficienza Fontana e cacciato per affaticamento il suo attendente alla Sanità, in Lombardia si torna all’usato sicuro della Moratti, anche se di certo al momento c’è solo una condanna per danno erariale, mentre resta da vedere come conviveranno un governatore azzoppato e la paladina di San Patrignano.

A Roma invece è durato fino a tarda sera un vertice delle forze di maggioranza, dove i renziani hanno rispolverato parole grosse, tipo “non bisogna sprecare i soldi europei del Recovery Fund”. Proprio i seguaci di un signore che ha speso un botto per far comprare alla Presidenza del Consiglio un aereo da nababbi fa la lezione di austerità a Conte e ai 5 Stelle, che lasciano allo Stato metà dello stipendio e ad oggi hanno fatto risparmiare centinaia di milioni con i tagli dei vitalizi e dei parlamentari.

Anche oggi però Renzi e i suoi molleranno la poltrona domani, a patto di decidere come spartire i fondi Ue, ovviamente facendo la parte del leone, perché Italia Viva peserà pure il due per cento ma volete mettere quanto pesa la Bellanova? Certo fa impressione vedere dirottati miliardi dalle politiche green ai cantieri, esattamente al contrario di quanto si diceva alle Leopolde. Ma all’epoca non c’era Giuseppi che portava a casa i soldi dell’Europa.

Gli ultimi editoriali

Vitalizi senza vergogna

Della vergognosa decisione di restituire il vitalizio al condannato per corruzione Formigoni ho già detto ieri tutto il male possibile (leggi l’editoriale di ieri). Oggi

Continua »
L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA