L'Editoriale

Il fantasioso complotto sulla Raggi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Di tutte le fesserie che circolano sul terremoto in Campidoglio, anche da parte di giornalisti che affermano di dire sempre la verità, la teoria di un complotto dall’alto per abbattere la Raggi è la più fantasiosa. La sopravvivenza di questo sindaco – e non la sua caduta – è infatti l’assicurazione sulla vita degli avversari politici di Grillo. Tant’è vero che a salvare un’amministrazione capitolina sarà presto Gentiloni con un decreto su misura. Una mossa nel segno della continuità con Renzi, come d’altronde ogni passo del nuovo premier. Al di là delle affermazioni di facciata, all’ex Presidente del Consiglio andò benissimo la vittoria dei 5 Stelle a Roma, palcoscenico perfetto delle difficoltà con cui il Movimento riesce a governare. Uno show che non ha senso interrompere prima delle prossime elezioni politiche. Serve allungare l’agonia, insomma, soprattutto ora che avanza il partito del rinvio sul voto. Perciò Palazzo Chigi darà a Virginia più tempo persino per aggiustare il bilancio bocciato dai revisori. Un regalo avvelenato che però può diventare prezioso se la Raggi saprà cambiare passo e fare del governo di Roma un esempio e non una tragedia.

Gli ultimi editoriali

Tocca a noi cambiare canale

Non ci facciamo mancare niente: corvi nel Csm, 007 che confabulano con politici come amanti clandestini negli autogrill, dossieraggi persino nelle sacre stanze del Vaticano,

Continua »
L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La Giustizia che fa paura alla Lega

Chi avesse ancora dubbi su uno dei motivi per cui il Governo Conte è stato fermato proprio il giorno prima che l’allora ministro Bonafede facesse il punto sulla riforma della Giustizia, senta bene le parole dette ieri da Salvini: “Questo Parlamento con Pd e 5

Continua »
TV E MEDIA