L'Editoriale

Un Paese ancora tutto da cambiare

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Travestirsi da cicala per fare invece la formica. Ecco la lezione inglese, dove il Governo consentirà ai lavoratori di riscattare a 55 anni tutti i contributi versati e spenderli come meglio credono. I sindacati strillano: così qualcuno farà la cicala e resterà senza pensione. Siamo alla solita visione dello Stato che tutto gestisce, anche il futuro dei suoi sudditi. Chi ha una visione liberale della vita non può invece che condividere una riforma con cui si lascia ogni lavoratore libero di investire i propri soldi come vuole, magari in modo più produttivo di come farebbe l’Inps di Sua Maestà, e nel frattempo riversare fiumi di denaro sui consumi e sul mattone. In questo modo sarà l’economia britannica nel suo complesso a farsi formica, accumulare risorse e crescere, mentre il resto d’Europa sta già consumando il doping monetario della Banca centrale di Draghi limitandosi a fare poche e timide riforme. Questo non vuol dire che Renzi – sotto osservazione più di tutti – stia facendo male, anzi! Ma gli 80 euro, il Jobs Act o il Def che arriva oggi per fortuna senza tasse, devono essere solo un antipasto, se no avremo ballato giusto un’estate. Come le cicale, appunto.

Gli ultimi editoriali

Tocca a noi cambiare canale

Non ci facciamo mancare niente: corvi nel Csm, 007 che confabulano con politici come amanti clandestini negli autogrill, dossieraggi persino nelle sacre stanze del Vaticano,

Continua »