L'Editoriale

Va in onda il potere delle lobby

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Dopo il Cda della Rai zeppo di pensionati e fuori legge sulle quote rosa, l’ultima perla del Governo che aveva promesso la rivoluzione di un Paese dove si premia il merito è la scelta del presidente di Viale Mazzini. Al posto di Anna Maria Tarantola – arrivata da quella Banca d’Italia che dormiva mentre depredavano il Monte dei Paschi di Siena – arriva Monica Maggioni. Cosa avrà fatto questa giornalista, così nel cuore del direttore generale uscente Gubitosi, per meritare una tale promozione? Andiamo a vedere la sua direzione di Rai News 24 e scopriamo che il canale è un flop assoluto. Gli ascolti sono da prefisso telefonico e i costi spaventosi. In un altro Paese con questi risultati ti licenziano. Ma qui vanno avanti i perdenti di successo. Basta avere le entrature giuste. E la Maggioni sicuramente ce l’ha, visto che è l’unica giornalista italiana a far parte della cerchia esclusiva della Trilateral Commission, la super lobby internazionale alla quale partecipano bancheri, grandi industriali e capi di Stato. Il potere dei salotti, insomma. Dove nessuno si preoccupa certo che gli ascolti di viale Mazzini prendano la stessa piega di Rai News 24.

Gli ultimi editoriali

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA