Eiaculazione precoce, la bestia nera dei maschietti italiani. Ecco i cinque consigli per durare di più a letto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Secondo gli ultimi dati sono ben 5 milioni gli italiani che soffrono di eiaculazione precoce, diventata una vera e propria bestia nera. E poi lo sappiamo, i maschietti hanno difficoltà a parlarne esplicitamente. E allora gli veniamo incontro noi: ecco cinque consigli per allungare le prestazioni sessuali a letto con la propria partner. E soddisfarla, uscendo da veri “macho”.

LA PANCETTA NON GUASTA – Secondo i dati emersi da uno studio del 2010, gli uomini con un po’ di pancetta e qualche chilo in più avrebbero una resistenza maggiore tra le lenzuola. Questo sarebbe garantito dalla presenza dell’estradiolo, un ormone femminile, in grado di rallentare l’orgasmo favorendo una durata media di 7,3 minuti contro i due degli uomini magri e asciutti.

CIRCONCISIONE – La circoncisione effettuata in età adulta sarebbe più utile e logica per il benessere dell’uomo tra le lenzuola, un miglioramento garantito dal cambiamento fisico. La circoncisione, infatti, garantirebbe un rallentamento dell’eiaculazione dato da una minore sensibilità del pene.

VEGAN IS BETTER – Vegetarianesimo come nuova frontiera per una migliore prestazione sessuale, frutta e verdura come cibo energizzante per il fisico e la mente. Gli elementi contentuti nella frutta e nella verdura verrebbero assorbiti direttamente dal corpo, entrando direttamente in circolo favorendo così energia e una maggiore produzione ormonale.

MOVIMIENTO SEXY – La ginnastica della zona pelvica pare possa essere fondamentale. Una maggiore resistenza della pavimentazione pelvica maschile rallenterebbe di fatto l’eiaculazione, in particolare se precoce. Un test effettuato su 40 pazienti e presentato all’European Congress of Urology di Stoccolma ha dimostrato come la maggiorparte di loro, dopo 12 settimane di esercizi, abbia implementato la durata a letto.

LA “PILLOLINA” – Se proprio non vi fa di stare a dieta o di fare attività fisica, c’è sempre la scappatoia: secondo alcune ricerche del 2012 pubblicate sulla rivista Journal of Sexual Medicine, il viagra aiuterebbe la prestazione sessuale prolungando la durata.