L’Elevato chiude i giochi, blindato il Raggi bis. Ora i fedelissimi della sindaca di Roma frenano sull’ingresso dei 5S nella giunta regionale del Lazio

Aridaje. Beppe Grillo ieri è tornato a blindare la nuova candidatura di Virginia Raggi a sindaca di Roma. “Il Movimento 5 stelle governa Roma da cinque anni. Non è stato facile. Possiamo fare meglio – ha scritto l’elevato in un lungo post – con l’aiuto di tutti. Insieme al nuovo Super Ministero per la Transizione Ecologica il Comune di Roma, con la sindaca Virginia Raggi, è in buona posizione per dare nuovo slancio ecologico alla Capitale. Siamo orgogliose e orgogliosi di avere scelto per sindaco una donna, come a Parigi, Barcellona, Zurigo e in altre grandi città europee”.

PRESENTAZIONE PIANO NAZIONALE INNOVAZIONE

I fedelissimi 5S della sindaca hanno apprezzato e allo stesso tempo frenano sull’ingresso del Movimento 5 Stelle nella giunta regionale, proposto da Nicola Zingaretti per ripartire con l’intesa giallorossa. “Oggi Beppe Grillo torna a sostenere Virginia Raggi e in un lungo post condivisibile in cui parla delle elezioni e delle politiche di Roma Capitale. Beppe è sempre una guida – ha sostenuto l’ex capogruppo pentastellato capitolino Paolo Ferrara – come dice Beppe proprio alla nostra capitale spetta quindi il compito di mettere in pratica la Transizione Ecologica non solo nel suo ambito geografico ma anche potenziando la collaborazione e con le più avanzate capitali europee. Pienamente d’accordo”.

Ferrara ha quindi aggiunto di non essere molto convinto sul possibile assessorato in Regione Lazio che il Movimento 5 Stelle vuole guidare, ritenendo che nasca in contrapposizione con la candidatura della Raggi.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram