Elezioni amministrative 2022: quando e dove si vota? La data e i comuni chiamati alle urne

elezioni amministrative 2022
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Elezioni amministrative 2022: quando e dove si vota? La data e i comuni chiamati alle urne nel mese di giugno.

Elezioni amministrative 2022: quando e dove si vota? La data

Nella giornata di giovedì 31 marzo, il Consiglio dei ministri ha annunciato le date in occasione delle quali i cittadini italiani si recheranno alle urne per votare per il referendum sulla giustizia e per le elezioni amministrative. Secondo quanto riferito dal Governo, il primo turno delle elezioni amministrative si terrà il prossimo 12 giugno: nella stessa data, verranno votati anche i cinque quesiti ammessi dalla Corte Costituzionale per il referendum abrogativo sulla giustizia.

Il Cdm, poi, ha indicato anche la data del secondo turno delle elezioni amministrative, fissato per il 26 giugno.

La notizia è stata inizialmente diramata attraverso un post su Twitter condiviso dal deputato del Partito Democratico Stefano Ceccanti. In un secondo momento, è stata confermata da fonti ministeriali.

In merito alla decisione di compattare in un’unica giornata il voto del referendum e del primo turno delle elezioni amministrative, è intervenuto il leader della Lega, Matteo Salvini, che ha dichiarato: “Sono contento perché votando insieme per referendum e sindaci si risparmiano 200 milioni di euro”.

I comuni italiani chiamati alle urne

Sono 970 i comuni che domenica 12 giugno dovranno votare per le elezioni amministrative 2022. Di questi, 21 sono capoluoghi di provincia mentre 4 sono i capoluoghi di Regione.

Alle urne, infatti, verranno chiamati i cittadini di Liguria, Abruzzo, Calabria e Sicilia.

Elezioni amministrative 2022 in Liguria

In occasione delle elezioni amministrative 2022 del 12 giugno, tra i 970 comuni chiamati alle urne, figurano anche Genova, capoluogo della Liguria, e altri venti comuni liguri.

Nello specifico, oltre a Genova, verranno eletti nuovi sindaci anche nei comuni liguri di:

  • Arenzano, Ceranesi, Chiavari, Cicagna, Pieve Ligure e Rovegno, in provincia di Genova;
  • La Spezia e Luni, in provincia di La Spezia;
  • Altare, Boissano, Borghetto Santo Spirito, Cairo Montenotte, Calizzano, Giusvalla e Noli, in provincia di Savona;
  • Bajardo, Perinaldo, Pornassio e Taggia, in provincia di Imperia.

Elezioni amministrative 2022 in Abruzzo

In Abruzzo, sono 43 i comuni chiamati al voto per eleggere un nuovo sindaco, compreso il capoluogo di Regione L’Aquila.

Nello specifico, tra i comuni che voteranno il prossimo 12 giugno 2022, figurano:

  • Arielli, Atessa, Castelguidone, Castiglione Messer Marino, Fallo, Fraine, Furci, Gamberale, Giuliano Teatino, Lettopalena, Montelapiano, Ortona, Pennadomo, Pennapiedimonte, Ripa Teatina, Roccamontepiano, Roccascalegna, Roio del Sangro, Rosello, San Salvo, San Vito Chietino, Tollo e Torricella Peligna, in provincia di Chieti;
  • L’Aquila, Balsorano, Barrea, Campo di Giove, Caporciano, Civitella Alfedena, Gioia dei Marsi, Lecce nei Marsi, Luco dei Marsi, Montereale, Morino, Pescasseroli, Prata d’Ansidonia, Pratola Peligna, Sant’Eusanio Forconese, Scoppito e Villavallelonga, in provincia de L’Aquila;
  • Alanno, Brittoli, Scafa, Spoltore e Villa Celiera, in provincia di Pescara;
  • Crognaleto, Martinsicuro, Tortoreto e Valle Castellana, in provincia di Teramo.

Elezioni amministrative 2022 in Calabria

In Calabria, insieme al capoluogo di Regione Catanzaro, si voterà in totale in 75 comuni ossia:

  • Acri, Amantea, Belsito, Belvedere Marittimo, Carolei, Carpanzano, Castroregio, Cellara, Fagnano Castello, Longobucco, Lungro, Luzzi, Marzi, Mormanno, Panettieri,Paola, Pietrapaola, Plataci, Praia a Mare, San Lucido,San Sosti, San Vincenzo La Costa, Saracena e Trebisacce, in provincia di Cosenza;
  • Antonimina, Bagnara Calabra, Bianco, Bovalino, Calanna, Campo Calabro, Caraffa del Bianco, Caulonia, Ciminà,Grotteria, Laganadi, Motta San Giovanni, Palmi, Placanica, Portigliola, San Ferdinando, San Lorenzo, San Procopio, Staiti, Terranova Sappo Minulio, Varapodio e Villa San Giovanni, in provincia Reggio Calabria;
  • Botricello, Caraffa di Catanzaro, Catanzaro, Centrache, Cerva, Isca sullo Ionio, Magisano, Maida, Olivadi,Petrizzi, Platania, San Pietro Apostolo, Sersale, Settingiano e Soverato, in provincia Catanzaro;
  • Arena, Capistrano, Fabrizia, Filogaso, Francavilla Angitola, Ionadi, Pizzo, San Costantino Calabro, San Nicola da Crissa, Spadola, Stefanaconi e Vazzano, in provincia di Vibo Valentia;
  • Cirò e Roccabernarda, in provincia di Crotone.

Elezioni amministrative 2022 in Sicilia

In Sicilia, al pari al capoluogo di Regione Palermo, si voterà in totale in 119 comuni:

  • Altavilla Milicia, Altofonte, Balestrate, Belmonte Mezzagno, Bisacquino, Blufi, Caccamo, Campofelice di Fitalia, Cefalù, Camporeale, Castelbuono, Castellana Sicula, Petralia Soprana, Chiusa Sclafani, Ciminna, Ficarazzi, Gangi, Giardinello, Isnello, Mezzojuso, Palermo, Petralia Sottana, Piana degli Albanesi, Prizzi, San Cipirello, Santa Flavia, Trappeto e Valledolmo, in provincia di Palermo;
  • Erice e Petrosino, in provincia di Trapani;
  • Messina, Nizza di Sicilia, Novara di Sicilia, Pagliara, Pettineo, Piraino, Reitano, Roccella Valdemone, San Pier Niceto, San Piero Patti, Sant’Alessio Siculo, Santa Marina Salina, Santa Teresa di Riva, Santo Stefano di Camastra, Saponara, Sinagra, Torrenova, Venetico Villafranca Tirrena, Acquedolci, Alcara li Fusi, Capri Leone, Castelmola, Castroreale, Cesarò, Fiumedinisi, Francavilla di Sicilia, Furnari, Gallodoro, Itala, Letojanni, Librizzi, Lipari, Malfa, Merì, Montalbano Elicona e Motta d’Affermo, in provincia di Messina;
  • Aci Bonaccorsi, Aci Catena, Castiglione di Sicilia, Fiumefreddo di Sicilia, Licodia Eubea Linguaglossa, Maniace, Mazzarrone, Militello in Val di Catania, Mirabella Imbaccari, Nicolosi, Palagonia, Paternò, Raddusa, San Michele di Ganzaria, Sant’Agata li Battiati, Santa Maria di Licodia, Scordia e Vizzini, in provincia di Catania;
  • Pozzallo, Chiaramonte Gulfi, Giarratana, Monterosso Almo, Pozzallo, Santa Croce Camerina e Scicli, in provincia di Ragusa;
  • Avola, Canicattini Bagni, Cassaro, Melilli e Solarino, in provincia di Siracusa;
  • Acquaviva Platani, Butera, Campofranco, Marianopoli, Niscemi, Resuttano e Sommatino, in provincia di Caltanissetta;
  • Sciacca, Aragona, Bivona, Campobello di Licata, Cattolica Eraclea, Comitini, Lampedusa e Linosa, Palma di Montechiaro, Santa Margherita di Belice e Villafranca sicula, in provincia di Agrigento;
  • Nissoria, Regalbuto, Sperlinga e Villarosa, in provincia di Enna.