Emergenza Coronavirus in Lombardia, il sindaci di Codogno, Casalpusterlengo e Castiglione d’Adda chiudono scuole, uffici comunali, impianti sportivi e bar

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il sindaco di Codogno, Franco Passerini, in seguito agli episodi di contagio da Coronavirus registrati nelle ultime ore in Lombardia, ha disposto attraverso tre ordinanze la chiusura al pubblico di scuole, uffici comunali, impianti sportivi e bar alla luce dei sei casi confermati di contagio da Coronavirus nel Comune del Lodigiano. A Casalpusterlengo, sempre per ordinanza comunale, sono state chiuse le scuole, mentre sul sito del Comune di Castiglione d’Adda si annuncia la chiusura degli Uffici comunali, della biblioteca pubblica e del centro di raccolta comunale dei rifiuti, oltre alla sospensione di “tutte le attività ricreative, sportive e di socializzazione” e le manifestazioni per il Carnevale, in programma domenica. Per quanto riguarda l’ospedale di Codogno, dove si trova ricoverato in gravi condizioni uno dei 6 italiani contagiati, è stato chiuso agli accessi il pronto soccorso e tutti gli ambulatori destinati ai pazienti esterni.