Emilia Romagna, spese pazze in Regione non si salvano nemmeno i 5 stelle. Indagati tutti i capigruppo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Bufera sulla regione Emilia Romagna. Indagati i nove capigruppo dei gruppi consiliari per peculato. La Guardia di Finanza è tornata in regione dopo il blitz di unanno fa. Nel mirino i capigruppo di Pdl, Pd, Lega, Idv, M5S, Udc, Misto, Fds, Sel-Verdi.

Nel registro degli indagati ci sono finiti i capigruppo perché sono loro ad aver firmato la richiesta di spese fatte dal gruppo e dai singoli consiglieri. Quasi 40 mila le voci di spese analizzate. E dalle carte vengono fuori tutta una serie di spese pazze che nulla hanno a che fare con il funzionamento del gruppo ma che sono relative ad acquisti di beni per fini privati. Oltre a a spese sostenute per il partito e non per il funzionamento del gruppo. Ora a rischiare ci sono anche i singoli consiglieri.