Expo, finalmente arriva anche Mattarella, a oltre un mese dall’inaugurazione. E lancia la lotta allo spreco alimentare

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Tre i padiglioni visitati dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, all’Expo. Una visita rinviata quella del Capo dello Stato e che è arrivata nella giornata mondiale dell’ambiente promossa dalle Nazioni Unite e ospitata quest’anno dal governo italiano. Mattarella ha iniziato da Palazzo Italia dove ha firmato la Carta di Milano, il documento di intenti contro la fame nel mondo che a ottobre verrà consegnato al segretario generale dell’Onu, Ban Ki-Moon. Poi il passaggio alla Cascina Triulza, la casa delle associazioni di Expo. Ultima tappa al Padiglione Zero. All’uscita, accolto dagli applausi degli studenti, Mattarella ha dichiarato: “Oggi la sostenibilità è la condizione stessa della pace, così come giustizia, la cooperazione, il rispetto dei diritti della persona. Sostenibilità è anche lotta allo spreco, che è un insulto alla società e all’economia dei paesi”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I 5S al bivio della loro storia

Come i capponi di Renzo, che se le davano di santa ragione mentre era già pronta la loro pentola, nei Cinque Stelle si menano come fabbri incuranti del barbecue che li attende, gentilmente offerto dalle élites finanziarie del Paese con i loro camerieri di destra

Continua »
TV E MEDIA