Facebook, ancora una falla nella sicurezza: 90 milioni di account costretti a disconnettersi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Facebook ancora nel mirino. La società di Mark Zuckerberg ha rilevato, all’inizio di questa settimana, un attacco alla sua piattaforma che ha colpito almeno 50 milioni di account mettendo a rischio i dati personali degli utenti. Lo hanno reso noto i vertici del colosso dei social media. Lo stesso Zuckerberg, in conferenza stampa, ha spiegato che la falla “è stata riparata ieri sera”.

Secondo quanto appreso finora gli aggressori avrebbero sfruttato una funzione nel codice di Facebook che gli ha permesso di prendere in carico gli account degli utenti. Una vulnerabilità che Facebook avrebbe risolto in tempi brevi segnalando il problema ai funzionari delle forze dell’ordine. Sono stati ben 90 milioni di utenti costretti a disconnettersi dai propri account venerdì mattina, una misura di sicurezza comune per gli account compromessi.

Secondo quanto riportato dal New York Times, che per primo ha dato la notizia, sono stati 50 milioni gli utenti colpiti direttamente e di 90 che sono stati costretti a disconnettersi e a riconnettersi per precauzione. Dopo lo scandalo di Cambridge Analytica una nuova falla per Zuckerberg.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA