Far West a Roma, alta tensione a Tor Sapienza

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Tensione altissima a Tor Sapienza per la visita del sindaco della Capitale, Ignazio Marino. Il quartiere, teatro nei giorni scorsi degli scontri fra residenti e immigrati ospiti di una struttura di accoglienza, è una bolgia e il caos è totale. Abitanti in strada a protestare contro il sindaco e accolto dall’urlo “buffone, buffone”. Marino è entrato nel bar che ieri ha rifiutato un caffé a due ragazzi immigrati, ennesima scintilla di nuove violenze. E mentre varie fazioni politiche stanno cogliendo la palla al balzo per attaccare politicamente il sindaco nel quartiere cresce la paura dei residenti. Il sindaco, però, ha tagliato corto: “Ci concentreremo su decoro e accoglienza”. E domani ci sarà una nuova visita del sindaco nel quartiere col primo cittadino che si è impegnato ufficialmente con i rappresentanti del quartiere per risolvere le principali criticità di Tor Sapienza. E nella giornata di oggi sono tornati a viale Morandi, a Tor Sapienza, 14 dei 36 minorenni che ieri sono stati sgomberati dal centro di accoglienza “Il sorriso” scappando da dove li avevano sistemati.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA