Far West all’università di Bologna. Scontri tra studenti e polizia. Caos totale dopo lo sgombero della biblioteca occupata

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Violenti scontri all’università di Bologna dove gli agenti hanno sgomberato la biblioteca della facoltà di Lettere che era stata occupata dagli studenti. La protesta nell’ateneo andava avanti da due giorni dopo che erano stati installati i tornelli per controllare e limitare gli accessi. Negli scontri, durante lo sgombro, l’aula è stata devastata.

Il caos da dentro si è spostato fuori dall’università. In piazza Verdi cassonetti, tavoli e sedie rovesciate hanno trasformato la zona in quella dello scenario di un Far West. Gli studenti dopo lo sgombero dell’aula, infatti, si sono spostati fuori, dove lo scontro è proseguito con le forze dell’ordine con il lancio di oggetti e sampietrini. Le forze dell’odine hanno respinto gli studenti facendoli arretrare; un centinaio in tutto il gruppo di ragazzi che si sono fermati in presidio sul retro della facoltà di Economia.

Il segnale di sfida da parte dei ragazzi era arrivato nella giornata di ieri. Gli studenti hanno smontato con un cacciavite la porta a vetri e hanno portato i “cocci” al Rettorato. Fino a che la situazione è degenerata ulteriormente.

(*Foto d’archivio)

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA