Fiera del Levante, Conte: “Mai come adesso il Sud ha occasione di essere al centro dell’agenda politica. Può diventare il luogo in cui sperimentare la svolta sostenibile in campo ambientale e sociale”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Mai come adesso il Sud ha occasione di essere al centro dell’agenda politica non solo italiana ed europea. Il Mezzogiorno può, deve diventare il luogo in cui sperimentare la svolta sostenibile in campo ambientale e sociale”. E’ quanto ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo alla Fiera del Levante di Bari.

“Durante la mia visita a Bruxelles – ha aggiunto il premier -, ho avuto conferma che l’Italia si trova a un punto di svolta, una sfida cruciale. Gode oggi di un prezioso capitale di fiducia che, se sarà speso al meglio, produrrà effetti benefici nel breve, medio e lungo periodo. I mercati scommettono – ha detto ancora Conte – con forza sulla capacità dell’Italia di recuperare il treno della crescita economica e sulla nuova fase politica”.

“Tutti devono pagare le tasse – ha detto ancora il presidente del Consiglio – perché tutti possano pagarne meno. La riduzione dello spread si sta rivelando una preziosissima risorsa, abbiamo da perseguire rigoroso contrasto all’evasione fiscale. Dobbiamo avviare e completare una revisione e un riordino delle agevolazioni fiscali”.

“Dobbiamo lavorare per potenziare tutto il percorso formativo. Dobbiamo dare tutto il sostegno alle scuole – ha aggiunto Conte – per evitare la dispersione scolastica. Puntiamo a rafforzare la possibilità di fare ricerca nelle nostre università del Sud anche attraverso la creazione di Centri di ricerca. Il piano straordinario per il Sud, che vogliamo rendere strutturale, si svilupperà lungo quattro direttrici principali: lo sviluppo del capitale fisico, la valorizzazione del capitale umano, il potenziamento del capitale sociale e la cura del capitale naturale”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I finti miracoli di Gualtieri

Facciamolo santo subito. E visti gli ultimi miracoli, mettiamolo tra i beati che contano, minimo minimo alla destra del Padre. A Roberto Gualtieri, d’altra parte, i prodigi vengono così, naturali. Prendiamo la sporcizia di Roma. Aveva promesso una pulizia straordinaria a dicembre, e puntualmente il

Continua »
TV E MEDIA