Fine pena mai, Massimo Bossetti condannato all’ergastolo per l’omicidio di Yara Gambirasio. Decisiva la prova del dna

dalla Redazione
Cronaca

Massimo Bossetti è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio di Yara Gambirasio. Lo hanno deciso i giudici della corte d’assise di Bergamo, presieduta da Antonella Bertoja. La sentenza, arrivata dopo oltre 10 ore di camera di consiglio, ha ritenuto colpevole del delitto l’uomo. Yara era scomparsa il 26 novembre 2010 ed è stata trovata morta tre mesi dopo.

Rossetti aveva rivendicato la propria innocenza davanti alla Corte, chiedendo di ripetere l’esame del Dna. Alla lettura del verdetto si è rivolto ai suoi avvocati dicendo: “Non è giusto, è una mazzata, avevo fiducia nella giustizia”. E la prova decisiva è stata proprio quella dna.

I genitori della bambina uccisa si sono limitati a dire: “Ora sappiamo chi è stato,  anche se sappiamo che nessuno ci restituirà Yara”.