Finti europeisti. Salvini dice no al Ppe. In vista c’è un nuovo gruppo con l’amico Orbán e la Le Pen

Orbán Salvini
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Matteo Salvini ha festeggiato ieri i suoi 48 anni e per l’occasione ha deciso di farsi un regalo: un gruppo nuovo di zecca a Bruxelles con l’amico Vicktor Orbán, al quale potrebbe aderire anche il partito di Marine Le Pen. Nessun ingresso nel Ppe, dunque, come pure si era prospettato da più parti: “Stiamo lavorando per un nuovo gruppo, inclusivo, con movimenti che sono al governo in altri Paesi, con i polacchi e gli ungheresi”, annuncia il leader leghista, spiegando che i 27 europarlamentari della Lega lasceranno Identità e democrazia, dove ora siedono con Le Pen e i tedeschi di Afd. Una novità che potrebbe cambiare gli assetti europei poichè le regole prevedono che i membri di un nuovo gruppo debbano provenire almeno da sette Paesi diversi. Scouting aperto, dunque.