Foggia, donna prima rapinata e poi violentata. Arrestato un marocchino di 30 anni con precedenti penali

dalla Redazione
Cronaca

Prima l’ha rapinata e poi l’ha anche violentata. Poco dopo però un marocchino di 30 anni, Jalal Serraji è stato arrestato dai Carabinieri di Foggia avvertiti da alcuni passanti. L’aggressione è avvenuta nella notte tra domenica e lunedì. A raccontare come sono andate le cose la donna stessa. Mentre stava tornando a casa, dopo una serata fuori con un amico, la donna è stata avvicinata da un soggetto straniero, che ad un tratto tirava fuori dalla tasca un coltello puntandoglielo alla gola. L’uomo è riuscito così a rubare dalla borsetta poche decine di euro e un pacchetto di sigarette; non contento ha preteso un rapporto sessuale. La descrizione dell’uomo ha permesso una veloce identificazione fino all’arresto arrivato subito dopo. Il marocchino aveva precedenti penali per furto ed era sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Foggia con prescrizione di non allontanarsi nelle ore notturne.