Fondi erogati per celebrare D’Annunzio, arrestato per concussione l’assessore alla Cultura della regione Abruzzo Luigi De Fanis

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un nuovo scandalo investe l’Abruzzo e i suoi palazzi della politica. L’assessore alla Cultura della Regione Luigi De Fanis è stato arrestato per concussione questa mattina. Ai domiciliari anche la sua segretaria Lucia Zingariello. Obbligo di dimora per Rosa Giammarco responsabile dell’Agenzia per la Promozione culturale di Sulmona/Castel di Sangro e un imprenditore di Vasto. Truffa aggravata e peculato per l’erogazione dei contributi regionali per l’organizzazione degli eventi celebrativi dell’anniversario dei 150 anni della nascita di Gabriele D’Annunzio. Ma non solo. Ci sarebbero tutta una serie di spese pazze, di De Fanis e della sua segretaria, finite al centro dell’indagine, che poco hanno a che vedere con la promozione culturale. Con buona pace di tutte quelle associazioni che per le loro attività culturali facevano richiesta alla Regione. Trovandosi spesso a ricevere risposte negative.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le nomine per tutte le stagioni

Evitando le buche più dure – vedi le parole gravissime del sottosegretario Durigon – Draghi si tiene buono il Parlamento fotocopiando senza il fuoco di sbarramento visto con Conte la stessa prudenza sulla pandemia del suo predecessore. Merito di una situazione sanitaria che migliora, ma

Continua »
TV E MEDIA