Forum Terzo Settore, rilevato lo 0,06% di falsi invalidi su 800 mila casi esaminati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La campagna sui falsi disabili ha portato al riesame della posizione di 800mila persone con disabilità. Tra queste solo lo 0,06% delle persone richiamate ed esaminate erano effettivamente falsi invalidi. Lo ha sottolineato Pietro Barbieri, presidente della Fish (Federazione italiana per il superamento dell’handicap) e portavoce del Forum del Terzo Settore, intervenendo alla IV conferenza nazionale sulle politiche per la disabilità che si è svolta a Bologna il 12 e 13 luglio.

“E’ un buon punto di partenza per spingere ed andare avanti dando vita ad un analogo programma anche a livello regionale e dei comuni cominciando da Roma Capitale – ha commentato Gianni Palumbo, portavoce del Forum Terzo Settore del Lazio che ha partecipato ai lavori bolognesi – occorre superare la fase del bisogno per passare a quella del riconoscimento dei diritti di cittadinanza per tutti, anche per le persone con disabilità e trovare soluzioni concrete per favorire l’inclusione sociale”.

“I 140 punti proposti dal Piano d’azione – ha concluso Palumbo – possono sembrare una montagna da scalare, come l’ha definita il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Enrico Giovannini, ma messi in sequenza con una scelta partecipata e condivisa delle priorità si potranno vedere presto risultati concreti”.

Sono stati ottocento partecipanti alla due giorni, arrivati da tutta Italia: non solo rappresentanti di reti, associazioni e cooperative di disabili fisici, sensoriali, psichici e/o di loro familiari ma anche singole persone con disabilità o loro familiari. Presenti numerosi operatori, esperti, amministratori locali e regionali e parlamentari. Tra i relatori i membri dell’Osservatorio nazionale, il presidente della Conferenza delle regioni Vasco Errani, il vice ministro Cecilia Guerra ed il ministro per il Lavoro e le Politiche sociali Enrico Giovannini. Grande assente il mondo delle imprese.

Nel corso della due giorni di Bologna è stato inoltre presentato il Programma d’Azione biennale, che sarà sul tavolo del Consiglio dei Ministri a giorni e messo a punto, con un processo molto partecipato, dal Comitato tecnico scientifico dell’Osservatorio di cui fanno parte tra gli altri le reti Fish e Fand (Federazione nazionale tra le associazioni delle persone con disabilità).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le nomine per tutte le stagioni

Evitando le buche più dure – vedi le parole gravissime del sottosegretario Durigon – Draghi si tiene buono il Parlamento fotocopiando senza il fuoco di sbarramento visto con Conte la stessa prudenza sulla pandemia del suo predecessore. Merito di una situazione sanitaria che migliora, ma

Continua »
TV E MEDIA