Frattura scomposta in Molise. Il presidente della Regione indagato per calunnia nei confronti di una giornalista e di un pm

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

A poche settimane dal voto (in Molise si voterà il 22 aprile), una pesante grana giudiziaria cade su Paolo di Laura Frattura. Ieri sono stati notificati al Governatore della Regione Molise e al suo avvocato, Salvatore Di Pardo, gli avvisi di garanzia della Procura di Bari per l’ipotesi di calunnia nei confronti della direttrice di Telemolise, Manuela Petescia, e del magistrato Fabio Papa, all’epoca dei fatti pm a Campobasso, assolti il 4 maggio 2017 dal gup di Bari, Antonio Diella, perché il fatto non sussiste, dalle accuse avanzate dallo stesso Frattura riguardanti un presunto ricatto, avvenuto durante una cena  finalizzato a sollecitare una legge per l’editoria a favore dell’emittente molisana. Lunedì 5 febbraio Frattura sarà ascoltato dal pm per l’interrogatorio di garanzia.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Il suicidio del servizio pubblico

La difesa strettamente burocratica, da perfetto travet, fatta dal direttore di Rai3 Franco Di Mare in Commissione di vigilanza (leggi l’articolo) per scrollarsi di dosso l’accusa di censura sul concertone del Primo Maggio, spiega più di un’intera enciclopedia perché il Servizio pubblico in Italia è

Continua »
TV E MEDIA