Furbetti del cartellino, alla Camera via libera delle Commissioni al controllo biometrico per i dipendenti pubblici

La norma ha l'obiettivo di contrastare l'assenteismo e i cosiddetti furbetti del cartellino

Tempi duri per i furbetti del cartellino. Le commissioni Affari costituzionali e Lavoro della Camera hanno dato, infatti, il via libera all’articolo 2 del disegno di legge Concretezza che prevede, per i dipendenti pubblici, di sostituire il cartellino con “sistemi di verifica biometrica dell’identità”, quindi impronte digitali e controllo dell’iride, con l’obiettivo di contrastare l’assenteismo. Resta l’impiego contestuale, e non alternativo, di strumenti di video-sorveglianza, sempre per vigilare sugli accessi. Rimane “accantonato” l’emendamento sul divieto di utilizzo dei social network durante l’orario di lavoro.

Furbetti del cartellino, alla Camera via libera delle Commissioni al controllo biometrico per i dipendenti pubblici
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram