Furbetti del cartellino pure al Comune di Foggia. Fino a dieci badge timbrati da un solo dipendente in modo da far risultare tutti presenti. Scattano le manette in Municipio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Assenteismo al Comune di Foggia. Fino a dieci badge timbrati da un solo dipendente in modo da far risultare tutti presenti nonostante fossero in realtà, assenti. Il più classico dei sistemi, ormai collaudato in diverse zone d’Italia. Anche a Foggia, appunto. Prima, però, che arrivassero i carabinieri del comando provinciale di Foggia a interromperlo, con un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 20 dipendenti del Comune. Di questi, 13 sono stati sottoposti agli arresti domiciliari e 7 alla misura interdittiva consistente nella sospensione dall’esercizio dei pubblici uffici, per il reato di truffa ai danni dello Stato.

Tra gli arrestati figura anche un dirigente del Comune di Foggia. Le misure sono state emesse dal gip del tribunale di Foggia su richiesta della Procura, al termine delle indagini dei militari dell’arma svolta nei primi mesi del 2015, finalizzata a contrastare il fenomeno dell’assenteismo negli uffici comunali di Foggia. Peraltro, non è il primo episodio del genere nel Comune di Foggia. Nell’ottobre del 2010 un blitz analogo portò a tre arresti.