Sua sanità Vito Gamberale. Così vince tutto in Sardegna. Per la stessa gara si presentano due sue imprese

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Salvatore Lontrano

La Sardegna è un’isola felice per Vito Gamberale, manager abruzzese naturalizzato romano e avvezzo al potere meneghino, che oggi fa affari all’ombra del Gennargentu. Gamberale è stato per lunghi anni il numero uno di F2i, il fondo infrastrutturale di Cassa Depositi e Prestiti (e non solo: ci sono anche i francesi di Ardian) che – per dirne una – sotto il suo regno è stato protagonista di una logorante battaglia sulla Sea con tutto quello che ha comportato. Sea, infatti, è la società del Comune di Milano che gestisce gli aeroporti sotto la Madonnina, e che – ai tempi – era entrata nelle cronache nazionali perché il bando varato aveva visto vincere Vito Gamberale (appunto!) grazie al rilancio di un euro, con contorno di scena da operetta: un investitore indiano con l’offerta nella busta che si perde e non arriva in tempo. Alla fine l’inchiesta che la Procura di Milano avrebbe dovuto aprire rimane chiusa in cassaforte per mesi e quando venne riesumata era troppo tardi per qualunque cosa. Game over.

FILM GIÀ VISTO
Adesso, tuttavia, Gamberale sembra essere tornato a giocare con i bandi. Questa volta in Sardegna. Il 16 novembre 2015 è stato infatti aggiudicato provvisoriamente l’appalto per i lavori e realizzazione del blocco R del Policlinico di Monserrato, in provincia di Cagliari. Una struttura importante, aperta nel 1999 in un nuovo nosocomio definito il più moderno di tutta l’Isola. Presidio multispecialistico, sede di reparti ad alta specializzazione, il Policlinico di Monserrato è anche la sede delle strutture cliniche della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’università di Cagliari, nonché numerose scuole di specializzazione. Tutto bellissimo, insomma. Con una stranezza però: a vincere l’appalto è stata una cordata guidata dal gruppo PSC, del quale Gamberale è presidente e azionista di minoranza.

VINCITORE E GREGARIO
A perdere (quarto posto) una società chiamata Grandi Lavori Fincosit. Le due società, però, hanno una cosa in comune: lo stesso presidente del consiglio di amministrazione. Vito Alfonso Gamberale, appunto. Gioco di squadra? Uno fa il gregario e l’altro il vincitore? Per adesso, di contestazioni formali non ce ne sono, anche se pare che le altre società stiano per procedere ad azioni legali (ovvie). Pare che però nessuno si sia accorto del doppio ruolo, anche se sul web ci sono pezze d’appoggio praticamente ovunque.

L’ALTRO POLICLINICO
A proposito: stranamente le due imprese (PSC e Grandi Lavori Fincosit) hanno partecipato in cordata a un’altra gara ospedaliera pubblicata quasi in contemporanea a quella di Cagliari, per un ospedale a 40 chilometri di distanza, a San Gavino Monreale, Asl 6 di Sanluri, sempre in Sardegna, con 172 posti letto a disposizione ed attrezzato con day hospital e surgery, ricoveri ordinari, pronto soccorso. Stranezze dei bandi all’italiana.