Germania, il voto regionale affonda la Merkel. Il partito della cancelliera superato dalla destra xenofoba. Socialdemocratici in calo ma primi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Brutto colpo per la cancelliera tedesca Angela Merkel nelle elezioni regionali. Gli exit poll fanno registrare il boom del partito populista di destra Afd che è riuscito a superare la Cdu della cancelliera nelle regionali in Meclemburgo. I primi numeri parlano di 21% contro 19%. Mentre primo partito sono i socialdemocratici (Spd) con il 30,5% in calo rispetto al 35,6% del 2011. Questi i dati in dettaglio: Spd 30%, Afd 21,5%, Cdu 20%, Linke 12,5%, Verdi 5%, Fdp 3%, Npd 3%, altri 5%.

“Per Angela Merkel è un tonfo non solo a Berlino”, ha commentato a caldo il leader dell’Afd Frauke Petry, “ma anche nel suo collegio elettorale del Meclemburgo e la sua catastrofica politica sull’immigrazione ha oscurato tutti gli altri campi della politica. Gli altri partiti sono stati bocciati perché “per troppo tempo non hanno ascoltato gli elettori”. Parla da vincitore il leader della Spd e vice cancelliere Sigmar Gabriel: “Siamo felici che il nostro presidente in Meclemburgo abbia ottenuto un buon risultato, tenendo conto che solo poche settimane fa i sondaggi ci davano poco sopra il 20%”. Il commento si è poi spostato sul tema immigrazione che si ritiene possa aver influito molto sull’esito delle elezioni regionali: “Da oltre un anno diciamo che non basta dire ce la facciamo ma che bisogna realizzare le condizioni per l’integrazione e anche fare in modo che i tedeschi non si sentano marginalizzati. Spero che il nostro partner di governo adesso lo capisca”.