Già finito l’idillio tra Salvini e Berlusconi. I coordinatori di Forza Italia contrari all’ipotesi di un listone di centrodestra

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

In caduta libera ormai da tempo, davanti alla prospettiva di perdere anche il loro simbolo e andare alle elezioni sotto le insegne di Salvini premier, gli azzurri ieri hanno provato a resistere. Il coordinamento di presidenza di FI, dopo essersi riunito a Palazzo Grazioli, ha fatto sapere di essere “radicalmente contrario” all’ipotesi di un listone di centrodestra. “Forza Italia – si legge in una nota – pur auspicando un accordo di coalizione con gli altri partiti di centro-destra, non è disposta a rinunciare alla propria storia, al proprio simbolo e alle proprie liste in vista delle prossime elezioni politiche”. No dunque a lasciarsi fagocitare dalla Lega in cambio di qualche seggio sicuro. Una battuta d’arresto nei giri di valzer tra Salvini e Silvio Berlusconi che ha portato anche al mancato incontro tra i due leader, con il ministro dell’interno rimasto al Viminale fino al momento di intervenire in Senato e il Cav che, allontanatosi da Palazzo Grazioli, ha fatto rientro a Milano. In Aula il centrodestra vota già unito ma l’accordo elettorale non è semplice.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I burocrati uccidono più del virus

Dobbiamo attendere gli accertamenti medici per sapere se la giovanissima Camilla Canepa è morta per il vaccino Astrazeneca o per altro, ma in ogni caso questa tragedia ha fatto emergere tutte le falle della campagna vaccinale: il Cts, l’Aifa, Figliuolo e le Regioni. Ora non

Continua »
TV E MEDIA