Siracusa, ritrovata la 13enne che era scomparsa nel nulla: sta bene. Rintracciata a Paternò, nel Catanese. È stato allontanamento volontario

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Siracusa stamattina si è risvegliata nel panico e nell’apprensione nei confronti di una ragazza di soli 13 anni scomparsa. Da ieri sera alle 19 non si avevano più notizie della ragazza che sembrava sparita nel nulla dopo essere uscita dalla piscina della Cittadella dello Sport. Per fortuna, però, è tutto bene quel che finisce bene. La stessa Procura, in effetti, aveva subito parlato di allontanamento volontario. Quel che è stato.

La ragazzina è stata infatti rintracciata a Paternò, a casa di suoi parenti, a quanto riferito dagli stessi genitori naturali, che avrebbero avvertito le forze dell’ordine. Sta bene. “È stata trovata a Paterno'”, conferma il capo della Procura, Francesco Paolo Giordano che ha coordinato le ricerche. “Si era allontanata in modo volontario – aggiunge – ed era in compagnia di suoi familiari. Sta bene, dunque la vicenda si è risolta in modo positivo”. Marika era scomparsa ieri sera, intorno alle 19. Gli agenti della Squadra mobile hanno accertato che la minore, dopo aver salutato gli amici al termine della lezione di nuoto sincronizzato, era andata via. Adesso l’esito positivo delle ricerche dopo ore di angoscia.

La ragazzina, che frequenta l’impianto sportivo praticando nuoto sincronizzato, indossava una maglietta blu ed un paio di jeans. Inoltre aveva con sé un borsone da palestra.

A lanciare l’allarme ovviamente erano stati i genitori, che non vedendola rientrare a casa sono andati in piscina a cercarla, ma senza trovarla.